Le esigenze prioritarie evidenziate sono:
• Socializzare, comunicare e relazionarsi con gli altri.
• Acquisire e sviluppare autonomia.
• Costruire e rafforzare un’immagine positiva di sé.
• Acquisire le abilità strumentali di base per poter accedere ai successivi gradi d’istruzione.
• Ampliare le proprie conoscenze.
• Operare scelte consapevoli per i gradi successivi di scuola e la vita personale.

Al fine di rispondere ai bisogni delle alunne e degli alunni sopra individuati, gli operatori della scuola, in collaborazione con le famiglie, intendono perseguire le seguenti finalità:


• Rimuovere nell’ambiente scolastico eventuali disagi che possano compromettere il processo formativo e l’apprendimento.
• Promuovere in ogni soggetto la coscienza della propria identità e lo sviluppo dell’autonomia personale per operare scelte consapevoli, assumere responsabilità, orientarsi ed adeguare il proprio progetto di vita.
• Formare persone che sappiano: comunicare, conoscere, interagire con l’ambiente naturale e sociale che le circonda e influenzarlo positivamente.
• Fornire conoscenze e strumenti culturali necessari per leggere e governare l’esperienza nel rispetto delle attitudini e degli interessi delle singole personalità.
• Favorire lo sviluppo e l’armonica coesistenza della dimensione sociale, affettiva ed intellettuale nella formazione personale delle alunne e degli alunni.
• Trasmettere come valori: solidarietà, libertà delle conoscenze, parità dei diritti, rispetto delle diversità, coscienza dei propri doveri.

La scuola si qualifica, pertanto, come un ambiente educativo di apprendimento “nel quale ogni fanciullo trova le occasioni per maturare progressivamente le proprie capacità di autonomia, di azione diretta, di relazioni umane, di progettazione e verifica, di esplorazione logico-critica e di studio individuale” (dalle Indicazioni nazionali).